Sarà presente anche Martina Colombari tra i tanti attesti ospiti del Riviera International Film Festival edizione 2018.

Martina Colombari al Riviera Film Festival

La conduttrice televisiva racconterà la sua esperienza di testimonial e volontaria della Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus, che aiuta l’infanzia in condizioni di disagio in Italia e nel mondo, a margine della proiezione del teaser di “Haiti”, il docu-film diretto da Marco Salom, che sarà lanciato domenica alle 18 all’ex Convento dell’Annunziata di Sestri Levante. All’evento parteciperà anche Mariavittoria Rava, presidente della Fondazione Francesca Rava.

Il docufilm è un racconto emozionale di una missione ad Haiti, viaggiando tra i numerosi progetti di aiuto della Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus, che opera da più di 30 anni in questo paese quarto mondo sotto la guida del medico in prima linea Padre Rick Frechette, portando ogni giorno cure mediche, istruzione, accoglienza a migliaia di bambini.

Martina Colombari è da 10 anni volontaria e testimonial della Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus. Ha già svolto 10 missioni nel paese al fianco della Fondazione, in febbraio ha compiuto la decima. Per ringraziarla per l’impegno in questi anni, la Fondazione ha chiamato a suo nome “Klinik Martina” la clinica medica che proprio lo scorso febbraio è stata inaugurata negli slums, alla presenza di tanti bambini e le loro famiglie.

Leggi anche:  Riviera Film Festival, al via la seconda edizione a Sestri

«Dopo il terremoto del 2010 – racconta Martina Colombari – Haiti è stata colpita anche dal colera e 4 uragani. Non mi passa la rabbia di vedere tanta gente vivere nella miseria, tra lamiere arrugginite. Ma ad ogni missione vedo un passo avanti per portare aiuto, realizzato da Padre Rick, e dal suo team di ragazzi, molti dei quali orfani cresciuti nella Casa NPH sull’isola. I miei primi viaggi sono nati dal desiderio di scoprire realtà completamente differenti dalla nostra. Adesso ho la consapevolezza di quanto sia importante la figura e l’opera del volontario. Vivremo in eterno in quella parte di noi che abbiamo dedicato agli altri».