Oggi alle ore 16 presso WyLab (via Davide Gagliardo 7) avrà luogo la presentazione della monografia dedicata a Vittorio Valente. Il volume percorre l’itinerario creativo, dal 1986 ad oggi, del noto artista ligure, 30 anni di arte multisensoriale. Presenterà il testo l’autore, l’architetto Adolfo Francesco Carozzi, curatore di importanti mostre pubbliche e direttore artistico della GlobArt srl di Acqui Terme (Al).

Sempre quest’oggi ma alle ore 18, alla Galleria Cristina Busi, si inaugurerà una mostra personale di Vittorio Valente, che ha fatto del silicone la materia per creare le sue opere.

Tra i fondatori della Cracking Art, rimane uno dei protagonisti in campo artistico di questa nostra “civiltà delle plastiche”. Artista di rilievo nello scenario dell’Arte Contemporanea, ne indaga il mondo infinitesimamente piccolo costituito da batteri, virus, microrganismi, cellule. Mostra a tutti quello che lui, biologo, scopre attraverso il microscopio: gli invisibili coinquilini della realtà in cui siamo immersi quotidianamente diventano simbolo di materia umana. Un percorso artistico in continua evoluzione dove l’artista, attraverso moduli ossessivi, crea superfici tattili dai colori sgargianti. Valente sarà presente alle manifestazioni.