Quarto interrogatorio per la rassegna “Chiavari in Giallo”.

Chiavari in Giallo, l’interrogatorio di sabato

Sabato, come di consueto alle ore 17, nella sala Ghio Schiffini, in via Ravaschieri, arriva uno dei detective più stralunati e amati dal pubblico: il Tenente Colombo. Ancora una volta Miro Gatti, complice di Enrico Rovegno, in questo originale format di incontri con l’autore dedicato alla letteratura poliziesca, si calerà dei panni dell’investigatore scelto dalla sua stessa “vittima” per condurre un serrato interrogatorio. Sotto lo sguardo inquisitore di Colombo ci sarà Roberto Centazzo, che dovrà rispondere del suo crimine più efferato: scrivere romanzi gialli di successo!

L’autore

Roberto Centazzo, in giovane età, attorno ai sette anni, decide che da grande avebbe fatto lo scrittore. Di polizieschi. Non sapendo come fare a pubblicare un romanzo, inizia a specializzarsi: si laurea in giurisprudenza col massimo dei voti, esercita la pratica forense, consegue l’abilitazione all’insegnamento e poi, per conoscere da vicino le tecniche investigative, si arruola in Polizia (attualmente è ispettore capo). Nel frattempo legge un brano di Rilke che per lui è come una folgorazione: (tratto da i quaderni di Malte Laurids Brigge)

“Oh, ma con i versi si fa ben poco, quando li si scrive troppo presto. Bisognerebbe aspettare e raccogliere senso e dolcezza per tutta una vita e meglio una lunga vita, e poi, proprio alla fine, forse si riuscirebbe a scrivere dieci righe che fossero buone”

Dopo una lunghissima gavetta durante la quale sforna una decina di romanzi, nel 2013 pubblica con la casa editrice TEA (Gruppo Mauri Spagnol) il romanzo “Signor Giudice, basta un pareggio”, scritto a quattro mani con il giornalista Fabio Pozzo. Nel 2016 esce sempre per TEA Squadra speciale Minestrina in brodo. Il romanzo arriva alla quarta edizione in pochi mesi, entra nella classifica dei gialli italiani più venduti e viene riproposto prima nella prestigiosa collana Italia Noir allegata a Repubblica /l’Espresso della quale risulta in assoluto il più venduto e successivamente nella collana Noirissimo Italiano nuovamente distribuita in edicola. Ad esso fa seguito nel 2017 “Squadra speciale Minestrina in brodo: Operazione Portofino”, accolto dai lettori col medesimo entusiasmo e presentato anche a RAI radio 2 nel programma Radio due come voi con Tiberio Timperi. A gennaio del 2018 è uscito il terzo romanzo della serie squadra speciale Minestrina in brodo: Operazione Sale e Pepe, con due ristampe dopo un solo mese.

Leggi anche:  Appalti rifiuti «gonfiati» a Chiavari, attesa per la conferenza stampa urgente di domattina

Apprezzato autore di short stories, i suoi racconti brevi, non più lunghi di una pagina, sono pubblicati per diverse settimane ogni domenica sul quotidiano Il Secolo XIX. Ha curato l’antologia Genova Criminale, (Novecento editore) in cui è contenuto il suo racconto La ragazza al centro della foto. Molti altri suoi racconti sono stati pubblicati: Tu nell’antologia il gusto del Piemonte; Nella stanza accanto nell’antologia I delitti della Gelosia; La puzza sotto il naso, nell’antologia Nero Mediterraneo; Bellissima, ma nient’altro che un trucco nell’antologia L’estate è una cattiva stagione, Puoi ben dirlo, socio nell’edizione del Secolo XIX del Levante, la Giustizia è una lama tagliente, nell’antologia Storie di crimini, giustizia e umanità.

La giuria del Premio internazionale Firenze Capitale d’Europa gli ha assegnato nel 2015 il premio speciale per la qualità dell’opera letteraria. Ha vinto inoltre il premio letterario Il libro parlante e il Premio editoria Indipendente di qualità. Nel 2017 l’Accademia Res Aulica gli ha assegnato il Premio Scrittori con Gusto.
Svolge attività di consulente per le tecniche e le procedure investigative anche per altri romanzieri.