Come cucinare le costine con patate? In Valtellina la cucina è ricca e saporita. Ecco dunque due ricette tipiche per un pranzo o una cena in compagnia. Si comincia con le costine con patate, per poi proseguire con la coscia di cervo alla panna. Vediamo le indicazioni utili.

Come cucinare le costine con patate

Per 4 persone occorrono 1 kg di costine, 60 gr. di burro, 500 gr. di patate, 2 cucchiai di salsa di pomodoro, brodo, olio, sedano, cipolla, carota, sale e pepe. Il procedimento: tagliare le costine separandole l’una dall’altra, formando cioè tanti pezzi quante sono le ossa. Farle dorare in burro e olio e unirvi poi il sedano, la cipolla e la carota tritate, lasciando insaporire. Salare, pepare, ed aggiungere la salsa di pomodoro diluita in un paio di mestoli di brodo; coprire con il coperchio e far cuocere per un’ora e mezza circa. Unire le patate sbucciate e tagliate a grossi pezzi e terminare la cottura aggiungendo, se necessario, altro brodo.

Leggi anche:  Bere birra e le sue radici nella storia

E poi c’è la coscia di cervo

Per preparare la coscia di cervo alla panna per 6 persone occorrono 1 cipolla, 1 manciata di prezzemolo, 2 cucchiaini di pepe, 1 bicchiere di aceto di puro vino, 1/2 litro di panna, sale e ovviamente una coscia di cervo. Si tagli la coscia in bocconcini, a forma di piccoli cubi. A freddo, in una pentola, si metta la carne così tagliata, unendovi una manciata di prezzemolo e una grossa cipolla finemente tritata, spargendovi abbondante pepe e spruzzandovi un bicchiere colmo di buon aceto di vino. Si passi la pentola al fuoco e si lasci rosolare per dieci minuti, aggiungendo brodo e sale. Cuocere per un’ora, un’ora e mezza, a seconda dell’età del cervo, fino a cottura quasi completa. Si unisca un quarto di litro di panna dieci minuti prima di togliere dal fuoco.