Colto da infarto in piscina comunale in largo Pessagno a Chiavari, un anziano nuotatore è stato soccorso dagli altri utenti: fondamentale l’uso del defibrillatore pubblico.

Infarto in piscina, accorrono gli altri nuotatori

Un perfetto esempio dell’importanza fondamentale dei defibrillatori automatici pubblici lo ha dato il caso, a Chiavari, di un anziano andato in arresto cardiaco nella piscina comunale di largo Pessagno. L’uomo, 78enne, è stato soccorso prima da un altro nuotatore, bagnino di professione, e quindi, per fortunata coincidenza della sorte, da altri due clienti della piscina entrambi professionisti sanitari, un infermiere ed un medico cardiologo. I due hanno utilizzato sull’infartuato il defibrillatore comunale da vico Malpertuso, più vicino di quello della stessa piscina, sito al lato opposto della struttura: e sono riusciti a stabilizzarlo. Per l’anziano nuotatore, ricoverato in rianimazione a Lavagna, la rapidità dell’intervento e della defibrillazione potrà auspicabilmente fare la differenza fra la vita e la morte.