L’istituto Gaslini parteciperà alla seconda edizione della Winner Cup, una competizione dedicata ai ragazzi malati di tumore. Sarà un’ottima occasione per i ragazzi di confrontarsi non solo sportivamente ma umanamente, condividendo le loro esperienze e che permetterà di far nascere nuove amicizie.

Winner Cup, un inno alla lotta al tumore

Dall’ 11 al 13 maggio si svolgerà a Milano presso il centro sportivo di formazione Suning in memoria di Giacinto Facchetti la seconda edizione della Winner Cup, torneo di calcio a 7 per giocatori tra i 14 e 24 anni in cura o guariti da una patologia emato-oncologica.

L’istituto Gaslini parteciperà alla competizione con una squadra di 13 ragazzi e ragazze provenienti anche dal Tigullio. Nei mesi scorsi i ragazzi si sono allenati sotto la guida del loro mister Massimo Conte, oncologo pediatra dell’istituto Gaslini che insieme a Marina Maura e Michela Rebolino, rispettivamente infermiera pediatrica e amministrativo del DH di emato-oncologia, hanno portato avanti il progetto.

La squadra del Gaslini, che ha deciso di chiamarsi “PSV Eindhovena”, si confronterà con altre 15 squadre provenienti da altrettanti centri italiani di emato-oncologia pediatrica.

«Il torneo, sponsorizzato da Pirelli sponsor di FC Internazionale e coordinato dal CSI Milano con il patrocinio del CONI, vuole essere un messaggio di speranza per tutti i ragazzi che in età adolescenziale si ammalano di un tumore da cui oggi si può guarire in una elevata percentuale di casi – spiega il dottor Massimo Conte – La squadra “PSV Eindhovena” vuole, nel nome che scimmiotta quello di un famoso team di calcio di qualche anno fa, ricordare le sofferenze e le lunghe terapie a cui questi ragazzi sono stati sottoposti ma da cui sono usciti vittoriosi.
La manifestazione ha anche il patrocinio di SIAMO società scientifica che si occupa in Italia di adolescenti malati di tumore, di FIAGOP (Federazione italiana delle associazioni di genitori di Onco-Ematologia Pediatrica), AIEOP (Associazione Italiana di Emato-Oncologia Pediatrica) e ABEO Liguria (Associazione Bambino Emopatico Oncologico)».