Commenti Recenti

chapeau… arrivederci.

16 gennaio alle 13:08

Tutto OK Neirone è uno dei paesi che hanno dato tanto alla lotta Partigiana, con viveri, uomini e ospitalità, per la sua tradizione di Libertà erano state bruciete una decina di case e lo stesso avvenne per Roccatagliata e alcune casoni in montagna.

11 gennaio alle 16:33

con L’ Aurelia verso Sestri chiusa e il traffico dirottato in autostrada è il minimo che ci si potesse aspettare, inoltre i semafori a San Salvatore rallentano il flusso veicolare e, in aggiunta Lavagna ha creato anche la discarica in via Moggia con un aumento del traffico pesante. Ormai al quartiere ponte della Maddalena, siamo al delirio come inquinamento acustico e ambientale. ambulanze, camion dei VV.FF costretti a far manovre per girare alla mini rotonda e i blocchi per il passaggio dei pulmann dei tifosi per le partite dell’ Entella….. altro che “tra Siestri e Chiavari S’adima una fiumana bella” siamo in un vero e proprio girone dell’ inferno dantesco. Bisognerà inoltre chiamare Caronte per passare il fiume, poiché attraversare il ponte a piedi è diventata una roulette russa, tra uno scatto e l’ altro bisognerà scegliere bene il tempo per raggiungere le mezze lune poste ai lati delle carreggiate. Lo dico con ironia ma c’è da piangere . Vengano i signori del palazzo a farsi una passeggiata da queste parti magari passando per il ponte una giornata qui al ponte, il pranzo lo offro io.

9 gennaio alle 15:59

Ma la prescrizione dei 5 anni (Art. 28 L. 689/81) non si applica più?

7 gennaio alle 11:54

Riposa in pace Lella.

6 gennaio alle 20:03

Ladri….. Ieri a Chiavari hanno svaligiato il mio magazzino laboratorio … Duro colpo per un artigiano che vive grazie alla sua attrezzatura

5 gennaio alle 14:05

me ne sono accorto questa mattina andando a lavorare.
proporrei una soluzione: perché non tracciare una strada alternativa da cavi borgo a s. anna come prosecuzione della panoramica di cavi? così in caso di emergenza non si rimarrebbe bloccati

5 gennaio alle 09:14

In merito all’ inqualificabile messaggio fascista pervenuto in Comune, lAnpi di Sestri Levante, nell’esprimere la sua solidarietà alla sindaca e la sua convinzione che nella grande maggioranza dei cittadini sestresi sia radicato un forte sentimento antifascista, assicura la sua vigilanza a difesa della memoria della Resistenza e dei valori di cui si è sempre fatta interprete. Il presidente Ezio Vallerio

3 gennaio alle 20:11

Le affermazioni fatte da Caleo confliggono con quanto scritto nella legge di bilancio 2018, che non prevede affatto una gestione economica separata. Quanto al Ministro Galletti, tra meno di 3 mesi farà le valigie.

28 dicembre alle 17:17

Tutto ciò che ho potuto acquistare, l’ho acquistato proprio a Gattorna. Abito a Lumarzo e per noi i nostri negozi di vallata sono sempre i migliori.

28 dicembre alle 14:05

I giudici di oggi sono di parte……..special modo se sono dei comunisti corrotti.
Certi magistrati pilotati le case ignorate dai loro colleghi per poi comperarsele loro a prezzi stracciati….vergognatevi

27 dicembre alle 22:18

ma è una foto di Camogli?

19 dicembre alle 10:39
Da Luigi Fassone su Parcheggio gratis a Camogli

Toh ! Si sono decisi a fare uno sforzo sovrumano,a Camogli ! Speriamo serva loro (all’Amministrazione Comunale,ovvio !) per riflettere sulla sempiterna baggianata della chiusura (alla Portofino…) dell’unica via di comunicazione sita nella Perla del Golfo Paradiso…

18 dicembre alle 18:00

opo questi episodi, si potrebbe pensare ad un tentativo di limitarne l’occasione.
A Rapallo, in particolare potete notare che nessun condominio espone esternamente le generalità dell’amministratore, ma son tutti interni nell’androne e per poterlo contattare bisogna suonare il campanello, sperando che qualcuno apra, ma è anche un’ottima occasione per i ladri per farsi aprire e poter entrare nei condomini che spesso son disabitati in quanto seconde case. Le forze dell’ordine in generale, o anche i vigili potrebbero sensibilizzare gli amministratori di condominio ad esporre esternamente i riferimenti per evitare occasioni pericolose (cosa tra l’altro obbligata da normativa).

18 dicembre alle 16:40

Bravo Toni,,, sono dacordissimo

16 dicembre alle 11:06

Io credo che non si possa sminuire così il problema. L’eutrofizzazione del Mediterraneo è risaputa e l’aumento di microalghe è dato dall’aumento di inquinanti di ogni tipo. Solitamente quando le microalghe si diffondono in questa maniera creano anche tassi di tossicità Ad ogni modo è un fenomeno che non rientra nella nostra memoria storica e che quindi è un segnale allarmante di uno scopenso ecologico drammatico. Anche ammettendo (ma vorrei avere dati di analisi) che queste schiume non sono danose per noi (e ripeto, non ci crdo), lo sono sicuramente tutti i tensioattivi e le altre sostanze chimiche disciolte nell’acqua, che evaporando vanno nella pioggia e nell’aria e che restano intrappolate nel sedimento delle spiagge.
Marta Mingucci

15 dicembre alle 13:13

purtroppo non potrò partecipare al pranzo benefico di domenica,
è possibile fare comunque un’offerta per questa iniziativa?? se si come??

6 dicembre alle 15:12

Sono Claudio
Come mai il sindaco non si è prodigato allo stesso modo quando ha chiuso il negozio del bocco

28 novembre alle 08:56

Sono interessata a partecipare alla prossima giornata di espressione corporea.

27 novembre alle 18:58

Grazie spero mio zio Dario e mio cugino possano usufruirne.

27 novembre alle 13:50

Salve sono Enrico Gigliato vi vorrei dire che il mio nuovo laboratorio sarà inaugurato l’8 di dicembre vi aspetto numerosi

22 novembre alle 22:35

Salve, sono il Camerlengo dell’Arciconfraternita di S. Maria dell’Orto in Roma. Io ho censito almeno una decina di Madonne dell’Orto, sparse per l’Italia, che hanno un diretto riferimento a quella romana. Quelle che devono il titolo a questioni puramente locali sono molte di più, tipo quella di Venezia o di Castellammare di Stabia. Però la nostra preghiera alla Madonna dell’Orto è identica a quella che si recita a Chiavari, ma non si è mai capito il motivo.

21 novembre alle 17:44

Lievemente ferito?
È andata bene che è ancora tra di noi e sulla triste vicenda dovreste raccontare anche il resto visto che non solo erano ubriachi ma hanno pure cercato di svignarsela senza nemmeno chiamare i soccorsi e non parliamo delle botte che hanno dato al ragazzo che arrivato sul posto voleva chiamare l’ambulanza.
Ma che educazione ha ricevuto sta gente qua?

20 novembre alle 23:09

Va benissimo rimodernare e riassettare gli uffici. Anche il fatto che si intervenga su piccole realtà come Sopralacroce è, di questi tempi, addirittura lusinghiero.
Il servizio più tradizionale offerto dalle Poste, quello di recapito della corrispondenza è, però, diventato qualcosa di inaccettabile. Se non abiti sulle vie principali, la tua posta o finisce nella buca delle lettere di qualcun altro, o torna indietro come “destinatario sconosciuto”. E non solo nei “bricchi” come Sopralacroce, ma pure, ad esempio, nei dintorni di Chiavari!…

13 novembre alle 17:30

Vorrei ricordare fra i tanti fucilati dalla R.S.I. e dai nazisti, i martiri arrestati dalla Guardia Nazionale Repubblicana il 13 ottobre del 44: Giovanni Solari, nato a Zoagli, poi fucilato al poligono di tiro di Chiavari il 20 ottobre 1944;
Pietro Queirolo di Zoagli fucilato sempre il 20 ottobre 11944
Il loro arresto, fu perseguito dai fascisti della G.N.R. per il “grave reato” di avere dato asilo a mr. Wally F. Dinwoodie (ex prigioniero di guerra fuggito dal campo di Calvari dopo l’8 settembre 43. Chissà se il 20 ottobre qualcuno ha spiegato perché della loro fucilazione e l’incendio della loro abitazione?

9 novembre alle 13:37