Si svolgerà come da consuetudine il quarto fine settimana di maggio, da sabato 26 a lunedì 28, la Festa della Focaccia di Recco IGP, organizzata dal Consorzio della Focaccia di Recco col formaggio.

Recco in festa per la sua Focaccia

La Festa è l’evento ligure che negli ultimi anni ha visto la maggior crescita d’interesse sia da parte del vasto pubblico di appassionati del gusto che dai media nazionali più importanti ed è stata premiata ultimamente da due grandi risultati: l’ottenimento del marchio di tutela europeo “Indicazione Geografica Protetta” per la Focaccia di Recco col formaggio IGP, che ha collocato il prodotto tra le 280 specialità agroalimentari che rappresentano l’Italia nel mondo, e la particolarità della tutela, che ha riportato il prodotto esclusivamente alla sua zona d’origine. Per gustare una focaccia di Recco IGP il consumatore si deve trovare, o deve venire, nella zona storicamente e tradizionalmente delimitata dal territorio dei comuni di Recco, Camogli, Sori e Avegno. Grazie a questa peculiarità la focaccia si è ormai affermata come una fortissima attrattiva turistica e come “cucina di strada” o street food, grazie alla partecipazione ad oltre 100 eventi d’importanza internazionale e nazionale in cui i focacciai eseguono in diretta la preparazione davanti al pubblico con l’unica separazione di una “vetrina” (per ovvie ragioni igieniche) in occasioni quali Expo 2015, Salone del Gusto a Torino, Salone Nautico a Genova, Cheese a Brà, Artigiano in Fiera a Milano, Internazionali di Tennis a Roma, Open Golf D’Italia e molti altri.

Quest’anno sono arrivati altri due riconoscimenti importanti: la Festa della Focaccia di Recco, grazie alla segnalazione della Regione Liguria, è stata inserita tra le manifestazioni ufficiali dell’evento di portata internazionale “2018 Anno del Cibo Italiano” promossa dal Ministero dei Beni e Attività Culturali e Turismo (MIBACT) con il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (MIPAAF). Notizia di questi giorni, infine, è il Patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole.

Leggi anche:  Vittorina Massone, 90 anni e non sentirli

La prima edizione della Festa risale al 1955. Nel 2007 il Consorzio ha assunto l’organizzazione e il coordinamento della manifestazione trasformandola in una festa itinerante, coinvolgendo buona parte della città grazie a 7 differenti punti di distribuzione (dall’unico proposto in precedenza), arricchendola con la preparazione del prodotto “di fronte al pubblico” e completandola con iniziative d’intrattenimento (spettacoli musicali e balli, angolo dei bambini, mercatini dell’antiquariato e dell’hobbistica, raduno moto, chess & cheese (scacchi), trenino turistico e free bus parking. Nel mentre sono state avviate attive collaborazioni con molte associazioni cittadine, coinvolgendo nella festa, oltre all’Amministrazione Comunale di Recco, la Pro Loco, Ascom e il CIV, Comitato quartieri 8 settembre, la Banda cittadina Gioacchino Rossini. Sono stati creati anche eventi collaterali quali le gare di velocità (Scianke e No Limits Challenge) di forte impatto mediatico con una crescente partecipazione di pubblico: nelle ultime edizioni si è raggiunta una stima di oltre 25mila persone, con tutti i comparti commerciali della città interessati e coinvolti nello svolgimento della Festa.

«La focaccia col formaggio di Recco è uno dei nostri più apprezzati ambasciatori gastronomici – ha detto nel corso della presentazione il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – vogliamo farla conoscere e proteggerne allo stesso tempo la specificità territoriale. La festa che si svolge da più di 60 anni ha contribuito più di ogni altra iniziativa a farla conoscere ai turisti, che da sempre sono i migliori testimonial della Liguria. Colgo l’occasione per invitare gli amici milanesi a una gustosa anteprima domenica prossima 20 maggio, ai Bagni Misteriosi: come l’anno scorso la focaccia col formaggio sarà presente alla Festa di Primavera».