Dal prossimo martedì, 21 novembre, sulla Sp 30 di Camogli non potranno transitare autotreni, autoarticolati e autosnodati e i mezzi con una massa a pieno carico superiore a 26 tonnellate, esclusi i bus del trasporto pubblico e i pullman turistici.

L’ordinanza di diveto di circolazione potrà estendersi anche ai tratti interni ai centri abitati di Camogli e Recco

Il provvedimento della Città metropolitana di Genova consegue, si legge nell’ordinanza, ai “sopralluoghi congiunti con amministratori e tecnici del Comune di Camogli in cui si è condivisa la decisione di istituire alcune limitazioni alla circolazione sull’intero percorso della strada”.
Per migliorare le condizioni di transitabilità e sicurezza della Sp 30, considerate le sue caratteristiche di tracciato, larghezza della carreggiata, tipo di curve e dislivelli e quelle dei flussi prevalenti che la percorrono (turistici e degli abitanti), in tutti i tratti esterni ai centri abitati da martedì entrerà così in vigore il divieto di circolazione per i mezzi più ingombranti e pesanti. L’ordinanza della Città metropolitana di Genova esprime anche il preventivo parere favorevole a eventuali provvedimenti analoghi dei Comuni di Recco e Camogli sui tratti interni ai centri abitati della Strada Provinciale.