Un successo il Chiama bus Atp a Recco. Stamattina, una troupe Rai è andata ad intervistare l’autista, Alessandro Canevello, ormai considerato l’amico di tutti i fruitori del riuscitissimo sevizio.

Recco Chiama bus l’autista amico di tutti intervistato dalla Rai

Dal 26 marzo al 14 aprile, le prime due settimane, sono ben 1.878, i km già percorsi, contro i 2.546 del vecchio servizio TPL fisso: 668 risparmiati, 39 in un giorno. Ecco il dettaglio delle corse giornaliere, nelle prime due settimane, per le località toccate: ad Ageno la maggior affluenza. A Cotulo: sono 9 le corse, con 21 passeggeri, la loro media del 13% e 0,82 di media al giorno di corse; per Liceto: 19 corse, 22 persone a bordo, 14% la media; 1,73 di media corsa giornaliere. Ageno: 22 corse; 56 persone; 36% di media e 2 corse di media al dì. Carbonara: 13 corse, 32 passeggeri; 20% e 1,18 le medie. Verzemma: 12 corse,15 persone a bordo, 10% e 1,09 di media. Collodari: 7 corse; 11 persone; 7% di media e 0,64 la media delle corse. In totale sono 82 corse, per ben 157 passeggeri; il 100% di media utenza a bordo e il 7,45 di corse effettuate dal mezzo Atp. Ad oggi, le cifre parlano di 234 chiamate, 452 passeggeri, 100% dell’utenza che si serve del ‘Chiama Bus’ e una media del 13,76 di corse giornaliere: una statistica che evidenzia maggiori ricavi tariffari nell’anno 2017, pari a 240.000 euro, iva esclusa. Dato il successo l’azienda pensa di estendere ad altre zone il servizio e in tal caso si creerebbe un centralino unificato. L’intervista a Canevello va in onda stasera sulla Rai alle 19,30 e poi in nazionale in settimana.

Leggi anche:  Sequestrati 9 veicoli senza assicurazione