Rapallo, stop ai maxi pullman. Puggioni e Vecchia (Lega): «Passo in avanti per la difesa e sviluppo del territorio, un plauso ai tre sindaci del Comprensorio».

Accordo fra Rapallo, Santa Margherita e Portofino

Stop ai maxi pullman del turismo in Riviera “mordi e fuggi” che una volta usciti dal casello autostradale di Rapallo dovranno parcheggiare nell’area Atp di S. Pietro e far scendere i passeggeri per il trasferimento a destinazione su comodi mini bus navetta (Euro 6). Per Alessandro Puggioni, consigliere regionale della Lega, e Gabriele Vecchia, segretario cittadino della Lega a Rapallo, l’accordo è «una decisione comune ed equilibrata» fra i tre sindaci del comprensorio, Paolo Donadoni di Santa Margherita, Carlo Bagnasco di Rapallo e Matteo Viacava di Portofino, che «lascia da parte inutili campanilismi».

Il sistema entrerà in fase sperimentale dal prossimo 30 aprile al 30 giugno, poi una nuova riunione tecnica per valutare come il sistema abbia retto e se e come prolungarlo nel resto dell’alta stagione turistica. Secondo Puggioni e Vecchia «i tre sindaci si meritano un plauso perché hanno saputo mettere da parte le singole esigenze, lavorando e ragionando per l’intero Comprensorio come, peraltro, avevano richiesto i cittadini del territorio e avevamo suggerito anche noi della Lega. L’accordo sul nuovo sistema, trovato dopo mesi di discussione, è un passo in avanti per l’ambiente, la difesa e lo sviluppo del Tigullio Occidentale».