Ognissanti, i cimiteri ed i luoghi dell’eterno riposo si colorano di vita e ricordi.

Vite, presenti e passate, si intersecano nei giorni dedicati ai defunti

A cavallo fra Ognissanti ed il Giorno dei Morti il 2 novembre, i cimiteri cambiano volto. Chi visita i propri cari defunti nella ricorrenza si somma a chi – spesso pochi, invero – tali visite le compie regolarmente, ed uno dei risultati è il tripudio di colori ben rappresentato in questi begli scatti di Eddy Panzacchi al cimitero urbano chiavarese. Sepolcri e lapidi ripulite e traboccanti di fiori freschi a demarcare il passaggio della vita, quella che è rimasta, quella che continua, che si celebra nel ricordo di chi ha terminato il proprio cammino.