L’antica mulattiera di Montallegro torna ancora una volta al centro della scena, con una domenica d’altri tempi, all’insegna della storia e della valorizzazione di uno dei percorsi più suggestivi e peculiari del territorio.

Mulattiera, ecco la storia raccontata dai nostri anziani

L’iniziativa promossa per domenica 22 aprile dal Circolo della Pulce e dall’Ente Parco di Portofino si intitola: “Ecco la storia”. Ricordate l’appello lanciato alcuni mesi fa a riportare alla luce aneddoti sull’antico manufatto, già tutelato da vincolo ministeriale? Ebbene, dopo mesi di interviste agli anziani, decine e decine di documenti, fotografie e reperti prodotti, è giunto il momento di presentare al pubblico il frutto di questo assiduo lavoro di ricerca e condivisione. Come? «Con una domenica che ci riporterà a quelle di tanti anni fa, della nostra infanzia – spiega la Pulce, Nadia Molinaris – Salendo al Santuario ritroveremo le “bancarelle” con le reste di nocciole e i prodotti locali. Vedremo “scuola” di pizzo al tombolo, antichi strumenti agricoli di un Montallegro ben diverso da quello che conosciamo oggi, immagini inedite uscite dai ricordi dei nostri “Anziani” a cui rivolgiamo il nostro grazie più grande, perché si sono resi disponibili a raccontarci i loro ricordi, a farsi riprendere dalla videocamera, a frugare nei cassetti. Così si son materializzate per noi, dalla loro memoria, le immagini di fasce coltivate a zafferano o ondeggianti di grano maturo, slitte che salgono in spalla per scendere cariche di fieno, oliate da un sacco “pucciato” negli scarti dei frantoi che erano numerosi lungo il percorso… e tanto altro che vedrete in anteprima sia nella mostra dei nuovi cartelli storici che saranno posizionati lungo la mulattiera, che nella proiezione del video, nel salone sotto il piazzale dove tutti, come una volta, consumeremo insieme il pranzo al sacco». Ai partecipanti sarà consegnato anche un particolare oggetto ricordo che il rettore, don Gianluca Trovato benedirà durante la messa. Appuntamento a partire dalle ore 10. Dopo il pranzo al sacco delle ore 13, alle 15:30 si terrà la passeggiata guidata a scendere durante la quale, a metà percorso, si terrà un “mini concerto” della violista Giulia Ermirio.