Igloo, la startup ideata da Matteo Congiu e Jonni Bongallino, ha vinto il contest “You dream, we believe”.

L’iniziativa era dedicata a idee di business innovative del settore energetico

L’iniziativa era dedicata a idee di business innovative del settore energetico e lanciato da Illumia, operatore attivo nella vendita di energia elettrica e gas su tutto il territorio nazionale, in collaborazione con Wylab. In palio, per la startup vincitrice, 2mila euro, 3 mesi di incubazione in Wylab, inclusi servizi di tutorship, consulenza strategica (business development, business model, business plan), supporto allo sviluppo del business, al fund raising e nei rapporti con le banche. Igloo, inoltre, avrà la possibilità di entrare a collaborare con la stessa società.

Igloo, la lampada da tavolo che assume diversi colori rispetto ai consumi rilevati

Igloo è una lampada da tavolo che assume diversi colori rispetto ai consumi rilevati all’interno dell’ambiente domestico. «L’obiettivo è comunicare con la luce i consumi elettrici della casa – spiegano -, qualcosa che risulta non essere tangibile e difficilmente comunicabile. Con questo oggetto l’utente sarà in grado di comprendere i consumi grazie ai vari colori e, aspetto ancora più importante, riuscirà a responsabilizzarsi consumando meno». A premiare l’idea, Marco Bernardi, presidente di illumia e Vittoria Gozzi, Ceo di Wylab.

“I partecipanti? Una carica di energia”

“Aver lavorato a stretto contatto con i giovani talenti che hanno partecipato al contest è stato come rivivere la nostra storia e il mio ringraziamento va a tutti i partecipanti per la carica di energia che ci hanno trasmesso in questi giorni”, ha dichiarato Marco Bernardi, presidente di illumia. “Il mondo delle startup ci appartiene da sempre, dalla nostra nascita ad oggi, come testimonia il payoff dell’azienda, Start Everyday, a cui teniamo particolarmente perché ci ricorda chi siamo e soprattutto cosa abbiamo scelto di continuare ad essere. A fronte dell’apertura completa del mercato, prevista per luglio 2019, è necessario un approccio più vicino alle tecnologie di ultima generazione, soprattutto per diversificare e personalizzare qualcosa di intangibile come l’energia. Da qui l’intuizione di lanciare questo progetto insieme a una realtà altrettanto innovativa come Wylab che ripeteremo sicuramente visto il successo di quest’anno”.

Leggi anche:  Per chi cerca lavoro arriva il Recruiting day

“Non è stato facile scegliere perché in gioco c’erano idee brillanti”

“Sono state due giornate di grande crescita per i ragazzi, non è stato facile scegliere perché in gioco c’erano idee brillanti che testimoniano la vitalità del nostro Paese in un settore come quello dell’energia in costante evoluzione e innovazione. Adesso comincia la fase due, quella più complicata e stimolante: sono certa che il know-how di Wylab e Illumia saprà rendere fruttuoso il percorso appena iniziato e concreto il sogno della startup vincitrice”, ha concluso Vittoria Gozzi, Ceo di Wylab.