Più di 500 persone hanno visitato il presepe realizzato dall’Accademia della Ciappa e dei Testaieu.

Boom di visitatori per il presepe di Cogorno realizzato dall’Accademia della Ciappa

«Questo è stato il decimo anno in cui abbiamo realizzato un presepe all’interno della cappella di San Bartolomeo a Cogorno – spiega il presidente dell’associazione Luigi Facino –. Quest’anno è stata molto apprezzata la tematica che abbiamo voluto affrontare». Il presepe infatti ha voluto rappresentare luce e ombra: la luce nella capanna che accoglie, l’ombra che porta distruzione e il nulla. «Voglio ringraziare tutti i collaboratori – afferma l’assessore alle tradizioni Franca Raffo – e sono soddisfatta della grande partecipazione della comunità: segno importante che regala l’impuso ad andare avanti con questi presepi cercando sempre tematiche che parlino di pace e fede».

Malgrado il decennale ed il buon riscontro, però, il presepe non riesce ad aggiudicarsi il primo posto alla competizione “Presepi in Fontanabuona”, la cui premiazione è avvenuta proprio poco fa: a vincere sono stati i presepi di Avegno, Coreglia Ligure, Gattorna, Neirone e Tasso. Cogorno si deve dunque accontentare del secondo posto ex aequo.