Un Gran Premio della Danza, dedicato a Giorgia Brixel:  è quanto avverrà l’11 marzo 2018, per ricordare la 18enne scomparsa il 2 settembre scorso.

Il Premio presentato domenica 26  Carasco

L’iniziativa, pensata dalla famiglia e da quanti volevano bene a Giorgia, è stata presentata domenica 26 novembre a Carasco, in occasione del concorso “Join your Passion”.
Ad illustrare il progetto è stata la mamma della giovane, Simona Vitali. La data dell’11 non è casuale: la ragazza infatti era nata il 10 marzo.

L’evento avrà uno scopo benefico

«Ci tengo moltissimo che questo evento abbia successo – ha detto la mamma al pubblico domenica – e che si possa ripetere almeno una volta all’anno. Avrà uno scopo benefico, stiamo vagliando vari progetti e appena ci sarà qualcosa di più lo comunicheremo sul sito dedicato. Per noi è un modo per ricordare Giorgia e fare del bene».

Il Premio Assoluto “Giorgia Brixel” verrà assegnato al miglior talento e sarà di 1.000 euro; ci sarà poi un premio al miglior gruppo (400 euro) e al miglior passo a due (150). Prevista anche una borsa di studio al 100% per il valore di una settimana di corsi e una per il valore del 50 per cento.

Il discorso commovente della mamma di Giorgia

«Sto facendo di tutto per tenerla viva» ha continuato la mamma di Giorgia durante la presentazione del Gran Premio della Danza. «Porto avanti il suo profilo Instagram perché mi sembra di tenerla viva, carico il suo cellulare anche se non lo usa, la taggo su Facebook tutti i giorni con una sua foto. Per un genitore perdere un figlio è una cosa tremenda, muore una parte di te: non c’è niente che me la ridarà. Però voglio dire una cosa a tutti i genitori: condividete tutti questi momenti con i vostri figli, io ho dei ricordi bellissimi con Giorgia, andavo a tutti i concorsi e gliene ho fatti fare tantissimi, anche a costo di sacrifici. Giorgia ha sacrificato ogni cosa per la danza e sono contenta di aver sostenuto questa sua passione. E’ l’unica consolazione che ho perché adesso non posso più fare niente per lei: in un secondo è cambiata la nostra vita. Quindi tutto quello che potete fare per i figli, fatelo, perchè sono momenti che non ritorneranno più, purtroppo. Oggi mia figlia mi ha dato una forza incredibile perché tutte le volte che parlo di lei, piango. Invece oggi riesco a parlare: grazie Giorgia. Se ci stai ascoltando, questo è il nostro regalo per te».