Incontro a Santa Margherita Ligure tra un gruppo di pescatori e l’europarlamentare Renata Briano, chiesta maggiore flessibilità per la pesca del moscardino

Chiesta una deroga per la pesca del moscardino novello

Meno rigidità e maggiore flessibilità sul fermo biologico imposto ai pescatori. E’ la richiesta, fatta ieri durante un incontro avvenuto a Santa Margherita Ligure, fatta da un gruppo di professionisti del settore all’europarlamentare Renata Briano, vicepresidente UE della commissione pesca. La deroga è stata chiesta solo in un determinato periodo dell’anno e in una zona delimitata per la pesca del moscardino novello. Il gruppo di professionisti si è impegnato a individuare zone di ripopolamento.

Il caso

Il fermo dei pescatori avviene al sabato e alla domenica, dopo giornate con condizioni meteo avverse, nelle quali i pescatori perdono importanti giornate di lavoro. Un ulteriore richiesta riguarda poi anche Santa Margherita Ligure, per il caso della realizzazione del nuovo porto della Santa Benessere & Social di Gabriele Volpi.