Marida Recchi  a Portofino, ha spento cento candeline sabato 11 novembre scorso.

Il compleanno di Marida

«Buon compleanno Marida». Il sindaco Matteo Viacava, insieme a tutta l’amministrazione ha rivolto i propri auguri a Marida Recchi per i suoi 100 anni, sabato 11 novembre. Il secolo di vita, gran parte passata nel borgo, è stato celebrato con un virtuale abbraccio su Facebook, alla preside dell’Asilo San Giorgio. Si tratta di un personaggio illustre, fondamentale nella politica degli anni ‘70, ‘80 e ‘90: dietro a vari democristiani, come Craxi, c’era proprio Marida, per non parlare di Berlusconi e quelli dopo di lui. Si sposò a 24 anni con Giuseppe Recchi, costruttore, conosciuto a Bolzano, mentre accompagnava il padre, il dottor Acuto, chimico alla Montedison.

La «Recchi Costruzioni,» grazie anche alle pubbliche relazioni di Marida, realizza imponenti opere pubbliche, come la centrale nucleare di Trino Vercellese, al ponte sul Nilo di Kosti, gli stabilimenti Fiat di Rivalta. Madre di quattro figli (Enrico è mancato nel 1989, in un incidente con l’aereo privato) ha sempre preferito di vivere tra Torino e il borgo.