Andrea Carannante

Andrea Carannante, carismatico esponente rapallese del Partito Comunista dei Lavoratori, ha scritto una lettera aperta al presidente regionale Giovanni Toti e al sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco, in merito all’accessibilità del campo da golf della città ruentina.

«Proprietà pubblica, non si può vietarne l’accesso»

«Il territorio di Rapallo occupato dall’attuale campo da golf è una risorsa di grandi potenzialità – sottolinea Carannante – a cui di fatto i rapallesi devono rinunciare». Per Carannante è necessario «che il campo da golf sia pubblico, come avviene in altri Paesi e non sia riservato solo ai golfisti, ma venga affiancato da percorsi pedonali immersi nel verde a disposizione di tutti».

L’esponente comunista nota come «il terreno dato in concessione da qualche tempo è circondato da cartelli che lo dichiarano proprietà privata», con tanto di divieto d’accesso al martedì. Ma «una Proprietà Pubblica non può essere chiamata “privata” nemmeno per sbaglio», punta il dito Carannante, che chiede un intervento urgente: affinché vengano rimossi quei cartelli, ripristinando la libertà di accesso a un bene demaniale da parte dei suoi legittimi proprietari: i cittadini.