Ci piace ricordarla così, sorridente, allegra, sempre disponibile con il prossimo. In prima fila al Carnevale di Salto con la Fiat Cinquecento mimetizzata a secondo della bisogna. Licia Maccagnolo è mancata venerdì 1 giugno all’ospedale di San Martino, da tempo non stava bene, i disturbi hanno finito per aggravarsi provocandone il decesso. Una bella persona, nonostante il fisico minuto, determinata e instancabile. Nel quinquennio amministrativo 2004/2009 era stata a fianco dell’allora sindaco Giuseppe Tassi nel ruolo di assessore. Compito svolto con competenza e serietà.

Non si può parlare di Licia senza citare il marito Mirco Osti presidente della Società di N.S. del Rosario, una coppia unita come poche, pronti a sorreggersi l’uno con l’altro nel momento del bisogno. Licia stava insieme a Mirco, in casa, nella società di Salto e persino nel negozio di ottica di Genova, dove lavorava anche la figlia Ginella.  Il 6 giugno avrebbe compiuto 79 anni, i funerali sono stati celebrati  lunedì 4 nella chiesa dell’ospedale di San Martino.