Altri danni al moletto di Camogli.

I danni al molo

Si tratta di quello alla foce del Rivo Giorgio, sotto la basilica di N.S Assunta, in fondo alla passeggiata a mare. Il risveglio con la mareggiata dei camoglini è stato caratterizzato dalla scoperta del definitivo distacco della sommità del molo che presentava già una profonda lesione, dopo la mareggiata di gennaio, dovuta allo spostamento dei blocchi sommersi di cui è formata la struttura. Sul posto, stamattina era presente il comandante dell’Ufficio Demanio Antonio Santacroce e quello del locamare Marcello Mastore. «Provvediamo a transennare la zona – spiega Santacroce – e ci occupiamo dei primi rilievi». In futuro si prevedono interventi costosi per il ripristino, auspicando in un nuovo supporto da parte del Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche, che già si sta occupando degli approdi di Punta Chiappa e San Fruttuoso.