L’ordinanza per «salvaguardare la pulizia ed il decoro della città» obbliga i padroni ad avere con sé una bottiglia per pulire là dove i cani sporcano.

Bottiglia obbligatoria dal 15 febbraio, ma nei primi tempi vi sarà tolleranza

Scatterà a partire da giovedì 15 febbraio, nell’ambito del nuovo regolamento di polizia municipale approvato in consiglio a Chiavari a dicembre, il nuovo codice comportamentale per i padroni di cani: obbligo di avere con sé una bottiglietta d’acqua per lavare il selciato dalle deiezioni canine. L’annuncio rimbalza anche sul Secolo XIX di stamani, sulle cui pagine il Comandante Giuseppe Corticelli spiega che i vigili «inizialmente saranno tolleranti, per consentire a tutti il tempo di informarsi e adeguarsi alla novità, ma passato un tempo ragionevole tutti i trasgressori verranno sanzionati».

La misura, già in vigore in altri comuni del Levante, è volta a «garantire la pulizia ed il decoro della città»: non sarà più dunque sufficiente il sacchetto per raccogliere le deiezioni, ma anche l’acqua per pulire laddove i nostri amici a quattro zampe hanno sporcato.