Progetto a chilometro 0 di Regione Liguria sul tema allergie: 21 incontri pubblici in tutta la regione, si parte il 9 giugno da Rapallo e Savona.

Allergicamente, il progetto prevede 21 incontri pubblici

«Allergicamente è un bel progetto di sanità a chilometro 0, che mira e punta ad un’educazione sanitaria per accompagnare le persone intorno ad un tema che coinvolge ormai sempre più cittadini e che fa parte del loro vivere quotidiano: le allergie. Aver ideato percorsi itineranti, con tanti appuntamenti su tutto il territorio regionale è sicuramente un’idea vincente che mette in pratica una sanità che si avvicina ai cittadini e ai suoi bisogni e sa accompagnarli nei luoghi migliori dove possono trovare risposte precise e puntuali dal punto di vista clinico».
Lo ha detto la vicepresidente di Regione Liguria e assessore alla salute Sonia Viale oggi nel presentare il progetto “Allergicamente”, che nasce per volontà delle Associazioni Allergologi Immunologi Italiani Ospedalieri e Territoriali (AAIITO) e promuove 21 incontri pubblici gratuiti in tutta la Liguria, in cui esperti allergologi saranno a disposizione dei cittadini per parlare delle differenti tipologie di malattie allergiche a fronte del progressivo aumento che si registra anche in Liguria delle allergie.

Sono 150mila i liguri affetti da allergie

Ammontano infatti a 150.000 i cittadini liguri affetti da allergia, in pratica il 25% delle persone è colpito da rinite, asma, dermatite atopica o allergie da contatto, allergia alimentare, o da farmaci. Anzi molti dei cittadini hanno più di una forma di allergia e molti sono i soggetti coinvolti. Sono infatti 7.000 le visite allergologiche per anno, migliaia e migliaia i test allergologici cutanei tra prick e patch test per arrivare a diagnosi precise e centinaia le terapie desensibilizzanti, le somministrazioni di farmaci biologici per asma grave e orticaria cronica; 3000 le iniezioni per vaccinazioni salvavita per imenotteri, 800 la prescrizione di fiale di adrenalina autoiniettabile per adulti e 100 per bambini per scongiurare il rischio di anafilassi. Da qui la creazione del progetto regionale GAIA per la tutela dei soggetti con allergia alimentare ed ora il nuovo progetto di divulgazione “Allergicamente” a cui fa riferimento Paola Minale direttore sostituto dell’Unione Operativa Allergologia dell’Ospedale Policlinico S. Martino di Genova.

Leggi anche:  Rubavano negli appartamenti in piazzetta a Portofino, fermati due giovanissimi

Il ciclo di incontri promossi nell’ambito del progetto prenderà il via sabato 9 giugno nei Comuni di Savona e di Rapallo, per proseguire coinvolgendo altri 19 Comuni liguri.

I referenti del progetto sono:

  • Susanna Voltolini Consigliere nazionale AAIITO
  • Renato Ariano responsabile nazionale sezione aerobiologica AAIITO
  • Paola Minale responsabile progetto GAIA e direttore struttura complessa Allergologia Policlinico S. Martino
  • Corrado Castagneto coordinatore AAIITO Regione Liguria
  • Donatella Bignardi consigliere AAIITO Regione Liguria
  • Federica Fumagalli consigliere AAIITO Regione Liguria
  • Antonio Ebbli consigliere AAIIITO Regione Liguria
  • Carlo Proietti consigliere AAIITO Regione Liguria