Un prologo, rispetto a quanto accadrà sabato 23 giugno alle 21 sul lungo Entella di Chiavari dove a farla da padrone sarà Dante Alighieri, la Divina Commedia e soprattutto la Fiumana Bella. Stamane, sabato 9 giugno, tutti ospiti del sindaco di Neirone Stefano Sudermania per visitare Siestri, la località che ha ispirato il Sommo Poeta nel scrivere la terzina “Intra Sïestri e Chiaveri s’adima una fiumana bella” in cui racconta l’incontro con Papa Adriano V dei Fieschi, nel XIX canto del Purgatorio. A sancire il tutto Paola Manni, professoressa di Filologia italiana all’Università di Firenze e vicepresidente dell’Accademia della Crusca.

Anche se le persone anziane che vivono ancora da queste parti raccontano quanto tramandato dalle precedenti generazioni pronte a giurare della presenza di Dante e addirittura precise nell’indicare l’albero sotto il quale sedeva per scrivere la Divina Commedia. Con precisione viene persino ricordata la locanda dove era rimasto ospite per alcuni giorni. Insieme al primo cittadino di Neirone il vicesindaco di Chiavari e assessore alla Cultura Silvia Stanig, la professoressa Giulietta Vaio Ricci, studiosa di storia locale e socia della Società Economica di Chiavari, l’onorevole Luca Pastorino, il consigliere regionale Giovanni Boitano il consigliere delegato della Città Metropolitana Roberto Cella, tanti amministratori locali e lo studioso Renato Lagomarsino. Sul prossimo numero del Nuovo Levante ampio servizio.